VELLUTI, POI DORO, DATOME E CHESSA

Le mitiche scarpette rosse del Simmenthal campione d'Italia del 1960: Velluti ha il numero 6

Tre anni a Milano, con il Simmethal, le mitiche, leggendarie scarpette rosse allenate da Cesare Rubini: Claudio Velluti ha vinto due scudetti, il primo nel 1960, il secondo nel 1962. Trent’anni dopo, doppietta anche per Daniele Soro, con la Virtus Bologna, tra il 1993 e il 1995. Un’altra decina d’anni e, nel 2004, ecco il titolo di Gigi Datome, a Siena, e dopo un’altra decina d’anni, quello di Massimo Chessa a Sassari. Sono i soli quattro sardi ad aver vinto lo scudetto. Ma Claudio era in quintetto, gli altri no. Si sono “vendicati” però disputando la Coppa dei Campioni (Datome l’ha pure vinta con il Fenerbahçe) che Velluti non ha fatto.