CARO SPONSOR

C‘è sempre stata una certa diffidenza, da parte degli sponsor, ad abbinare il proprio nome a una squadra di basket. Ed è l’errore più grande che si può commettere perché nulla più della pallacanestro, che ribattezza le squadre, garantisce un “ritorno” dall’investimento fatto. Pensate solo che a distanza di anni, di decenni, si parla ancora di Brill, Ignis, Forst, Simmenthal e così via, tante altre aziende che sono ancora sulla bocca di tutti. Gratis.