QUELLA DOLCE FOLLIA DI SILVANA

Il leggendario numero 14 del Cus Cagliari, Silvana Lenzu

Lo ha sempre dichiarato: mi sono tolta la maglietta del Cus Cagliari (ci ha giocato dai 17 ai 35 anni) solo per indossare quella della Nazionale. Silvana Lenzu ha rappresentato quel “college” più di chiunque altro. E c’è un episodio che risale a tanti anni fa e soprattutto a tanti anni dopo che la più forte cestista sarda di tutti i tempi aveva smesso di giocare, a causa anche della fragilità delle sue ginocchia martoriate da gravi infortuni. Il Cus stava andando male, molto male, e così una domenica mattina, al Coni, all’insaputa di tutto, si era era presentata negli spogliatoi. “Oggi gioco io”, aveva detto. E aveva giocato, per dare una mano, per dare una scossa. Il Cus aveva perso ugualmente: ma quel gesto resta, ancora oggi, un atto d’amore. Nella sua dolcissima follia.