PILLOSU, IL RE DEL DERBY

Stefano Pillosu con l'indimenticabile Umberto Schlich

Stefano Pillosu, il sesto uomo: negli anni trascorsi all’Esperia, forse non è mai partito in quintetto (davanti aveva Pippo Lai, esattamente come Gianni Motzo a Sassari aveva davanti Sergio Milia) ma quando faceva irruzione sul parquet (parquet?) era devastante. Trance agonistica sostenuta da una lucidità insospettabile, incarnava come pochi altri lo spirito granata. Non a caso negli anni delle sfide Monreale-Csm in cui ci si giocava la promozione in B, lo avevano ribattezzato il “re del derby”. Perché alla fine la firma ce la metteva lui. E si portava a casa il pallone.