1975, BOOM ORISTANESE

Due playmaker come Capra e Onorato, una guardia come Noè, due cecchini come Cruccas e Correddu, sotto misura il grande “Nannidanilo” con Luperi e una discreta pattuglia indigena guidata da Cicci Soro. Nel 1975 irrompe Oristano: conquista la B quando non c’era la A2 e ci gioca, bene, fino al 1979. Una meteora, sì: ma quella luce splende ancora non solo nei ricordi.