BEPPE CABONI L’ITAL-TROTTER

Beppe Caboni, il primo a sinistra, ct della Sardegna nel 2011: si riconoscono Mastio (9), Ganguzza (16), R.Datome (4) e G.Samoggia (7)

Il debutto a Elmas, quindi nella natìa San Gavino, poi tre anni a Oristano e altrettanti Esperia in C1, la A2 alla Virtus prima della penisola (a Pontedera, Ancona, Alcamo e Chieti, sempre beato tra le donne), il ritorno in Sardegna (Olimpia e Sestu intervallate da un’altra esperienza ad Ancona). Beppe Caboni, per essere uno di soli 52 anni ne ha fatta di strada, un globetrotter. Perché, come Antonello Restivo e Federico Xaxa e in tempi più remoti Paolo Manca e Bruno Perra, la Sardegna gli è sempre stata stretta. Caboni, non è solo un bravo coach in senso stretto: è uno studioso del basket.