LA DINAMO DORO DI ZARE

Giampaolo Doro ai tempi in cui giocava nella Dinamo prima di allenarla assieme Markovski tra il '91 e il '94

Markovski torna ufficialmente domenica 8 aprile a mezzogiorno contro Brescia in una città che lo aveva adottato nel 1991 quando nella ex Jugoslavia infuriava una terribile guerra civile. Sassari gli ha sempre voluto bene, anche quando ci ha giocato contro, e Zare ha sempre perso quando allenava Venezia e Pesaro. Il bilancio sulla panchina della Dinamo, tra il 1991 e il 1994 (un campionato intero e due spezzoni, subentrando a Melilla e lasciando poi il posto a Perazzetti) è stato di 27 vittorie e 38 sconfitte. Non male per una squadra che in fondo giocava le sue prime stagioni in LegaDue e per un giovane coach al debutto, ma senza licenza, seduto in tribuna dietro la panchina dove si accomodava Giampaolo Doro. Ora l’asticella è un po’ più alta. Sei partite per evitare quello che, restando fuori per la prima volta dai playoff scudetto, sarebbe il “peggior risultato di storia di Serie A di Dinamo”.

PS: vogliamo Giampaolo Doro al PalaSerradimigni, in tribuna, dietro la panchina della Dinamo.