ASPETTANDO MILES

Il tabellone elettronico del Palazzetto di Wenzhou

Una tripla e si andava all’overtime. La Academy ha perso garadue del torneo di Wenzhou con il Team China: 74-71. Basse percentuali sia dal campo (26/70) che dalla lunetta (16/25). Colpa del viaggio e del fuso orario, della scarsissima preparazione e dell’alimentazione. Ma anche delle assenze (tre) soprattutto di quella di Anthony Miles. Che rappresenta però la più solida certezza della squadra di Paolini. La nuova Academy nasce attorno a lui: non perché sia più bravo di Keene ma perché con lui in regia saranno più bravi tutti gli altri.