LA DINAMO (SEGRETA) DI CITRINI

Paolo Citrini, storico coach del Banco di Sardegna e ora direttore di Dinamo TV

Ho ancora negli occhi la faccia di Paolo Citrini, allora vice di Meo Sacchetti, quando la Dinamo aveva appena vinto la prima Coppa Italia nel 2014: il volto quasi deformato dalla gioia e dalla tensione mentre, abbracciandomi sul parquet del Forum, aveva pronunciato una sola parola, scandendola però bene: “Ca-po-la-vo-ro!”. Bene, un capolavoro sono stati anche gli altri tituli del Banco di Sardegna ma – adesso – anche il libro che il popolarissimo Citro ha voluto dedicare alla “Mia Dinamo dietro le quinte”. Bellissimo perché scritto molto bene (agile e sintetico, retorica zero), per l’enorme sostegno fotografico di altissima qualità, per la elegantissima grafica (Carlo Delfino Editore). Ma bellissimo anche perché, a quasi quattro anni dal triplete, ripercorre episodi, aneddoti, retroscena, curiosità, storie e interessantissimi risvolti tattici che, letti a caldo, non avrebbero avuto lo stesso effetto. Il libro di Paolo Citrini è come una buon vino che avevamo custodito nella cantina della memoria. Perché invecchiando diventasse ancora più buono.