QUEL QUASI SCUDETTO DELLO SPORTING

Il ritaglio de L'Unione Sarda che celebra il secondo posto dello Sporting alle finali nazionali Ragazze del 1973

Lo scudetto Ragazze era ormai cucito sul petto ma all’ultimo secondo Vicenza ha pareggiato per poi imporsi nell’overtime di soli tre punti. Una beffa ma anche una giornata indimenticabile per lo Sporting Club Karalis, confidenzialmente SCK, di Clinio Cavallini. Finali nazionali del 1973, quarantacinque anni fa, a Napoli: tantissime di quelle ragazze di Vicenza avrebbero poi vinto gli scudetti, quelli veri, quelli assoluti, avrebbero collezionato decine di maglie azzurre ma quel giorno avevano tremato di fronte a una delle più belle squadre sarde, non solo del basket giovanile. Una squadra costruita sul più semplice dei segreti: la purezza dei fondamentali individuali prim’ancora che di squadra. Da sinistra in alto: Sussarello, Pirastu, Ibba, coach Cavallini, Camba, Pettinau, Curreli, in basso Tomasello, Pitzalis, Marras, Valdes, Rais, Cinquemani, Pinna.