PIPPO-TORE-MAURO, L’ESPERIA ’86

Mauro Fortunato, Pippo Lai e Tore Serra nel 1985 in versione "mannequin"

Sotto quei tre spolverini offerti dallo sponsor non ci sono tre “mannequin” ma un terzetto che nel 1986 faceva paura per quanto erano bravi: Pippo Lai tra Mauro Fortunato e Tore Serra, colonne di un’Esperia maledetta che dopo aver chiuso in vetta la regular season della B1 con 22 vittorie e 8 sconfitte (14-1 a Cagliari) aveva fallito nei playoff la promozione in A2. Ma andando a rileggere i tabellini delle due sfide-beffa perse con Cremona (a Cagliari) e con Pescara (a Caserta) Tore ne aveva fatti 38, Mauro 30 e Pippo 16. Allenatore di quella Esperia era Beppe Muscas. Coach per caso: era il vice di Paolo Manca che all’immediata vigilia del torneo si era trasferito nella Penisola e Giorgio Di Matteo (si disse per ripicca) aveva promosso “Red” che allora aveva solo trent’anni. Ma l’avvocato aveva visto giusto.