CAGLIARI SUMMER LEAGUE

Torneo estivo all'Aquila: Bertola Basketball Team

Era cominciato quasi per gioco, grazie a una formula intelligente: un torneo estivo con team non tradizionali ma formati mischiando giocatori di varie squadre e sponsorizzate da aziende cittadine. Così nel quartiere La Palma, poi ai Salesiani e infine all’Aquila dove si facevano dei pienoni incredibili. Questi tornei al sapore di sale sapore di mare avevano avuto tanto successo che si erano allargati alla Penisola: venivano invitati giocatori di Serie A, anche qualche americano, e la rivalità era ad altissimo livello. Quasi una “summer league” (che Sandro Spinetti aveva trasformato in un circus viaggiante in tutta la Sardegna) in una città che oggi, invece, tende a chiudere i campi a maggio e a riaprili a ottobre quando si chiudono gli ombrelloni. Unico neo di quelle partite era che ogni tanto saltava un menisco: dopo aver trascorso una giornata al sole del Lido a fare interminabili pallette in acqua, giocare un match al tramonto su un campo in asfalto, e ad altissimi livelli agonistici, non era certo il massimo.