SCONFITTE DA NON PERDERE

Ci sono due partite, entrambe perse in casa, una da Cagliari e l’altra da Sassari, che fanno parte del patrimonio della pallacanestro sarda come poche altre. Sì, nonostante le sconfitte, peraltro anche piuttosto pesanti. La prima è il debutto in Serie A del Brill Cagliari nell’autunno del 1969, contro l’Ignis Varese di Aza Nikolic. L’immagine straordinaria di giorno è la foto prima del match i giocatori dell’Olimpia avevano voluto fare insieme agli avversari, quasi in segno di rispetto. L’altra partita è datata esattamente vent’anni dopo, quando a Sassari, appena promossa in A2, tocca in sorteggio per la Coppa Italia nientemeno che la Philips Milano, e anche quel giorno, alla faccia della sconfitta, tutta Sassari – abbracciando le scarpette rosse – aveva capito che il mondo era cambiato.