NON RUSSO PIU’

Il bilancio è buono, ma singolare: la Accademia Basket di Sestu, ex Russo ed ex Su Stentu, ora Fotodinamico, ne ha vinte cinque e perse sei. I sogni di gloria non sono proprio dietro l’angolo ma sta dimostrando, lontana dalla zona retrocessione, di essere a suo agio nel campionato di Serie B. Ma perché il bilancio è stravagante? In casa ne ha vinta una sola su cinque e in trasferta ne ha vinte quattro su sei. Sembra quasi un messaggio per questa squadra che andrebbe seguita con più attenzione perché rappresenta lo sforzo cagliaritano di uscire dall’anonimato e dalla clandestinità: un messaggio perché il fatto di vincere più in trasferta che in casa è il segnale di quanto sia difficile farlo in un habitat che stenta a scaldarsi. Ma un fatto è certo: grazie agli utopisti della Accademia Sestu il basket a Cagliari, prim’ancora dell’avvento della Dinamo, ha urlato ai quattro venti che “io non russo più”.