MONSIGNOR DINOMILIA

Dino Milia con la Dinamo Olio Berio di Ermanno Iaci a metà degli Anni Settanta

Prima o poi qualcuno dovrà scriverla la biografia di Dino Milia. Non c’è bisogno di fare una mega enciclopedia galattica: basta trascrivere le frasi più celebri dell’Avvocato che ha portato la Dinamo dalla D alla A2. Eccone una che risale ai tempi in cui aveva passato la mano a Luciano Mele, nel 2005, perché dopo trentadue anni – così aveva detto – “mi ero rotto le balle”. Ma non è questa la battuta, è quest’altra, ancora più bella, pronunciata – divertito – con quella sua tipica (auto) ironia: “A Sassari non sono diventato vescovo soltanto perché il vescovo lo sceglie il papa e non la gente”. Cabaret puro.