DINAMO, LA MAGÌA DI REGGIO

Quella finale, cinque anni fa, era persa dopo il pesante 0-2 delle prime due sfide di Reggio, era persa dopo il -17 del primo quarto di garasette, era persa anche a -5’27” dall’ultima sirena con la Dinamo sotto di otto. E invece no: Sassari quello scudetto l’ha vinto. Allo sprint: break di 16-4 in poco più di cinque minuti. Una magìa.