CARO GIGANTI, E JOHN?

Tra le nominations c’è un Howard ma non è Greg. Nel rispetto della bibbia del basket dispiace segnalare l’assenza, tra i miti del trentennio d’oro (1970-2000), di John Sutter. Con lui il Brill e un’epoca in cui la Sardegna era ancora uno scoglio ed essere bravi era molto, molto più difficile.