BABA O’RILEY – THE WHO

Il titolo è un omaggio, fondendone i nomi, al santone indiano Meher Baba e al musicista Terry Riley. Baba O’Riley è considerata una delle cinque canzoni rock più belle di tutti i tempi. Composta da Pete Townsend, doveva aprire un’opera rock mai scritta (Lifehouse), successivamente fu inserita nell’album Who’s Next. Mostruosa l’interpretazione di Keith Moon: la sua batteria non garantisce solo la sezione ritmica con il basso di John Entwiste accompagnando la voce, potentissima, di Roger Daltrey, è uno strumento armonico a tutti gli effetti. Gli Who, nell’occasione, erano diventati cinque: il violino di Dave Arbus esplode letteralmente in un finale che vorresti non finisse mai.