L’OLIMPIA IN BOTTIGLIA

Questa Esperia è stata, a suo modo, storica: perché era stata l’ultima formazione sarda a battere l’Olimpia prima che questa diventasse quel fenomeno targato Brill che tutti conoscono. Cagliari, Coppa Congregazione, seconda metà dei favolosi Anni Sessanta. Il gruppo granata (in alto Valdes, Rago, Carucci, Bertocchi e coach Enzo Molinas, in basso Capra, Bionducci, Follese, Cruccas e Cavallini) aveva sconfitto il futuro Brill pur giocando in una categoria inferiore. Le cronache dell’epoca, affidate a un maestro di basket e di giornalismo come Tarquinio Sini, parlano di una geniale mossa tattica di Enzo Molinas: l’insolita difesa a zona 1-2-2, la cosiddetta “bottiglia”. E infatti la battuta che allora girava a Cagliari era questa: l’Esperia ha imbottigliato l’Olimpia.