VELLUTI IL GARIBALDINO

Remote radici fiorentine: la sua famiglia era stata citata da Dante nella Commedia. Il bisnonno era un seguace del Papa ma era diventato garibaldino perché aveva litigato con il Santo Padre e aveva raggiunto l’Eroe dei Due Mondi a Caprera, e poi a Cagliari dove faceva il falegname. Ecco perché è sardo. Ha appena compiuto 80 anni, ne aveva 20 quando aveva esordito in Nazionale, con la quale ha disputato due Europei vincendo un oro ai Giochi del Mediterraneo e un argento alle Universiadi. Ha anche vinto due Scudetti con il Simmenthal ed è stato uno dei giganti del Brill. Semplicemente Claudio Velluti, il numero uno. Inarrivabile.