SALVATE IL SOLDATO SILVER

Tre squadre professionistiche: Dinamo Sassari, Academy Cagliari e Accademia Sestu. Ma soltanto sette nella Serie C Silver regionale dominata da Automek Calasetta e Delogu Quartu. È la grande contraddizione della pallacanestro sarda che, al vertice, sta attraversando un grande momento. Ma anche la Serie D sta bene: 17 squadre suddivise in due gironi (in vetta ci sono Sinnai nell’A e Santa Croce Olbia nel B) sono tante. È evidente la difficoltà della C di essere accattivante: forse non lo sarà fintanto che sarà così. Meglio il confronto con la Penisola: di troppi derby si può anche morire. Di noia. E un basket che si riproduce soltanto su se stesso non potrà mai crescere.