LA ACADEMY PIU’ BELLA

Sono stati i 264 secondi che hanno cambiato la storia della Academy Hertz: al PalaPirastu contro Jesi, da -10 a +4. La striscia l’ha aperta una provvidenziale tripla di Picarelli, poi un micidiale 5/6 di Janelidze dalla lunetta, due canestri sottomisura di Johnson che ha poi catturato (è stato questo il vero match point) l’ultimo rimbalzo offensivo. È stato come passare dall’inferno al paradiso. Beh, forse è troppo: facciamo il purgatorio.